Stampa 3D, oro e atleti

Il 17 gennaio arrivo in ufficio e la Silvia mi dice:

  • Ha chiamato uno, c’è un appunto sull’agenda. Forse però è uno scherzo.
  • Perché?
  • Boh, si chiama Rossi…

Apro l’agenda e lo chiamo, è un orafo e ha l’ufficio vicino a noi e deve produrre un atleta sugli anelli, ha sentito che la stampa 3D si usa anche in oreficeria e vorrebbe provarla.

  • Le possibilità sono due: o lo facciamo in resina castable oppure in resina metacrilica e lei si fa lo stampo in silicone.
  • In resina castable sarebbe?

L’orafo è un signore alto, sicuro di se. Un uomo pratico. Insieme a lui c’è un ragazzo giovane, non so se è il nipote.

  • La resina castable è una resina che fa le veci della cera persa: si fa il modello e poi lo si mette dentro uno stampo. Si cuoce in forno, la resina castable evapora e rimane la forma nello stampo dove poi si cola successivamente il metallo.
  • Come la cera persa tradizionale. Ma, visto che è una prova è meglio che mi fate la resina tradizionale così magari lo rifaccio più volte. Ma il disegno deve essere preciso.
  • Certo, cosa desidera?
  • Un atleta sugli anelli, ho qui qualche foto. Non ho orafo-3d-3bisogno di un atleta in particolare ma la posizione deve essere giusta, i muscoli, le proporzioni del corpo devono essere quelle. I pantaloni poi sono particolari, così come la forma delle calze. Mi raccomando l’inclinazione degli anelli.
  • Certo, facciamo una prima prova, lei lo vede, lo revisioniamo e se va bene lo stampiamo.
  • Posso sapere quanto verrà a pesare, prima di stamparlo?
  • Certo.
  • Perché se dovesse pesare troppo potrei fare due parti da unire creando un vuoto al centro?
  • Certo.
  • Ma devo deciderlo una volta che ho il peso.
  • E il peso noi possiamo dirglielo una volta che abbiamo il modello.
  • Perfetto

Un uomo abituato a fare, domande precise, risposte semplici.

oreficeria-stampa-3d-2Enrico inizia a lavorare, il primo lavoro è la ricerca delle immagini per capire quali muscoli sono in tensione, quali no, le perfette posizioni degli arti. Successivamente inizia a modellare.

  • Mi sembra troppo muscoloso.
  • Guarda che i muscoli devono essere ben in tensione per stare in quella posizione. Forse devi ridurre la massa muscolare delle gambe.
  • Non ha i capelli, sarà un problema?
  • Non lo so.

Il modello viene molto bene, Enrico usa diversi programmi di modellazione tridimensionale assieme. Il signor Rossi fa la prima ed unica revisione, l’atleta deve avere i capelli. Il pantalone la riga più pronunciata. Il peso è coerente con l’idea che aveva e quindi non va né diviso né svuotato. Parte la stampa.

Il 26 di gennaio il positivo in resina metacrilica è consegnato al cliente che provvederà a fare la gomma siliconica e a fare la fusione in oro.

Questo è il risultato.

Bellissimo.oreficeria-stampa3d1

  • In realtà si poteva fare anche di una persona vera.
  • Cioè?
  • Fare la scansione e la stampa di un atleta vero.
  • Lo facevi stare tu, fermo, in quella posizione per tutto il tempo di una scansione?
  • Ma non ci si mette mica tanto.
  • E allora mettiti tu a croce sugli anelli, fermo immobile per il tempo di una scansione.
  • Va bene, però un’Arianna in oro?

Se desiderate informazioni sulla stampa 3D in supporto all’oreficeria o volete avere informazioni per i vostri gioielli personalizzati contattateci a info@astrati.eu

2 risposte a "Stampa 3D, oro e atleti"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...