Prototipazione rapida in Liguria

    • prototipo astrati.JPGPronto Astrati?
    • Salve, posso parlare con l’ufficio tecnico?
    • Mi dica
    • Devo fare il prototipo di una pompa idraulica, siamo una società qui in porto.
    • Ha i disegni 3D?
    • Certo, in che formato glieli mando?
    • Step.

    Questo post non esiste, è pura finzione liberamente tratta dal nostro lavoro quotidiano e non fornisce nomi, disegni, indicazioni di nessun genere su clienti e progetti.

    prototype Astrati
    Arrivano i file, sono fatti in Inventor. Sono un assieme e richiedono giusto un paio d’ore di modellazione per aggiustare le tolleranze e far funzionare bene gli accoppiamenti. Anche l’orientamento è importante come la densità e i materiali. Dopo che Enrico mi ha dato il suo verdetto su tecnologia e tempistiche scrivo e mando il preventivo mettendo l’opzione anche in scala 1 a 50. Dopo poco arriva una telefonata del cliente.
    Questo post non descrive nessun fatto realmente esistito perchè noi tuteliamo la proprietà intellettuale e raccontiamo e pubblichiamo solo ciò che ci è permesso dal cliente. I prototipi non li pubblichiamo. Anzi non ne parliamo proprio, se non con racconti di fantasia come questo.

    • Pronto Astrati?
    • Salve Ingegnere, dica.
    • Facciamo subito un prototipo grande la metà per vedere l’accoppiamento, poi me ne fa altri 5 a grandezza naturale e uno trasparente. In ordine prima quello 1 a 50, poi quello trasparente e poi i 5.
    • Certo, quello trasparente lo vuole trasparente trasparente o va bene smerigliato.
    • Che differenza fa?
    • Per renderlo perfettamente trasparente devo fare una post lavorazione di finitura e verniciatura.
    • Lo renda perfettamente trasparente.
    • Le mando preventivo per approvazione.
    • Mi serve il prima possibile. Quando me li può dare?
    • Guardi, siamo vicini. Mentre li stampo glieli porto o passate voi a prenderli.

    Questo post non può esistere perché i nostri accordi di riservatezza sono inviolabili.

    astrati-prototipo-in-acciaio-inossidabile-316l.png
    Saluto la rossa in porto, la guardia giurata con gli occhiali. Arrivo dal cliente, entro come fossi di casa. Il progetto pompa idraulica sta andando avanti da qualche mese e ogni tanto qualche ingegnere mi fa vedere i progressi. Da quel primo assieme abbiamo poi stampato altre parti, alcune sono state poi modificate e ristampare, alcune sono state stampate in gomma, in colori contrastanti. Alcune sono state verniciate, alcune rese impermeabili, resistenti al calore o con materiali ESD (isolante).
    Astrati- 3D Solutions

Lampade e prototipi.

cromatura2-e1509701053595.jpgQuesta settimana, quasi contemporaneamente sono arrivati due lavori quasi identici.

Ambedue sono arrivati tramite interposta persona.

“Salve Dottoressa, ho avuto il suo contatto da… avrei bisogno per un mio cliente che…”

Il primo era il prototipo di una lampada replicato per 4 volte composto da tre pezzi.

Il modello aveva un diametro complessivo di 25 cm e un’altezza di 9 cm circa.

La forma era semplice ma precisa.

La richiesta del cliente era che fosse bello da vedere, avevano già fatto una prova in FDM con risultati righettati, molto righettati. Avevano chiesto di farlo sempre in fdm ma con un post trattamento con l’acetone.

[ Il post trattamento con l’acetone è un sistema per cui si sciolgono con i vapori dell’acetone la parte superficiale dell’Abs estruso con la stampante fdm, sciogliendo la parte superficiale righettata (tipica delle fdm di bassa qualità) si ottiene una superficie liscia. Quindi si ottiene una superficie liscia, ma quali sono gli svantaggi?

  • La perdita di informazioni: sciogliendosi l’abs porta via gli angoli vivi;
  • lo scioglimento avviene in maniera incontrollata della superficie è solo in apparenza omogenea. Se questo può andare bene per fare la testa di Yoda non va bene per fare parti meccaniche con accoppiamenti. ]

 

Essendo un prototipo che richiedeva una buona restituzione estetica abbiamo consigliato una tecnologia in resina.

Il risultato doveva essere in bronzo quindi Enrico si è esibito in una colorazione virtuosistica cromata. La difficoltà di questo tipo di colorazione è che se la superficie non è perfettamente liscia la cromatura non avviene. Forse non è intuitivo per tutti sapere che il tempo di produzione in 3D dei pezzi è incredibilmente inferiore al tempo di colorazione (il tutto con il fatto che non piove e non c’è umido).

Il cliente aveva fretta, terribilmente fretta e abbiamo lavorato di sabato, domenica con capatine in ufficio notturne per caricare il materiale ma al colore non si può mettere fretta.

  • Pronto Astrati, un pezzo è finito? posso passare a ritirarlo?
  • No, non si è ancora asciugato il colore.
  • Domani mattina?
  • Signore, la consegna è tra quattro giorni.
  • Ma un pezzo?
  • No, non è ancora asciugato.
  • Non potete asciugare con il phon?
  • No, il colore ha i suoi tempi, non si può fargli fretta.
  • Ma non potete lasciarlo così?
  • No, non è ancora finito.

Il giorno seguente:

  • Pronto Astrati? Posso passare a prendere due pezzi?
  • No, il colore non è ancora asciugato e la consegna è tra tre giorni… se vuole glieli consegno non colorati.
  • No, no.
  • Allora dia il tempo al colore di asciugare…

Alla fine il cliente è venuto a patti con i tempi di asciugatura e i pezzi sono venuti perfetti e consegnati nei tempi richiesti.

prototipo cromato in 3dIl secondo prototipo arriva con una mail simile:

“Ciao Arianna, un mio cliente avrebbe bisogno di…”

Sono una trentina di parti per 6 prototipi di lampada sperimentale.

Il cliente in questione è una persona che sa come si gestisce un prototipo anche perché ne ha fatti parecchi anche se mai con la stampa 3D. Mi fa l’elenco delle caratteristiche richieste, mi dà il Ral del colore da dare su una parte dei pezzi.

  • Questa parte in plastica va poi accoppiata con l’altra parte in metallo che abbiamo già fatto fare in fresa.
  • Questo è un prototipo estetico o funzionale? Chiedo io.
  • Estetico, il funzionale lo faremo entro la fine dell’anno. Tanto non ho mai visto un progetto che esce facendo un solo prototipo.

Gli sorrido, vorrei abbracciarlo ma non è molto professionale.

  • Fra quanto è pronto?

Concordiamo il giorno, mi chiede di avere parte dei prototipi prima e parte dopo. Li metto in macchina con tempi differenti e così gestisco i tempi di produzione e finitura.

Alla fine quando li consegno mi ringrazia per la puntualità e la precisione.

Dentro di me lo eleggo cliente dell’anno.

3 modi per dire: Stampa 3D

  • Pronto Astrati? Voi fate stampa 3D? Quanto costa?

_rotogravure_printing_machineEd ecco che dalla mia bocca parte il disco che ripeto  da un anno e mezzo:

  • Con il nome di STAMPA 3D convivono tante tecnologie diverse che funzionano in maniera diversa, ma che hanno un elemento comune: costruire un oggetto reale partendo da un disegno CAD in maniera additiva, ovvero layer by layer. Lei ha il disegno CAD?
  • Sì, ma a me serve solo una stampa 3D, in generale… volevo solo sapere quanto costa….
  • Non si può parlare di STAMPA 3D in generale come non si può parlare di stampa su carta in generale, basti pensare che nella stessa famiglia di “stampa su carta” convivono le stampanti che abbiamo in casa a getto d’inchiostro o laser e  le grandi macchine che stampano i giornali o i libri: tutte stampano inchiostro su carta ma lo fanno in modo differente e con finalità differenti. Se deve
    stampare un libro di quattrocento pagine in diecimila copie lei lo farebbe mai con la stampante a getto di inchiostro che ha in casa? 

Se mi butta giù il telefono ha ragione, povero signor Capello, del negozio di colori, mi ha preso in una brutta giornata e quindi si becca lo spiegone completo, al telefono … Il Signor Capello però mi sta ad ascoltare:

  • Infatti volevo anche comprarmela una stampante, lei cosa mi consiglierebbe?
  • Così in generale?
  • Sì, infatti.
  • Scusi?
  • Lei è un privato, un makers? Se è così deve scegliere una stampante che appartiene alla prima famiglia, quella dei consumer, perché lei vuole giocare con una stampante 3D, ha tanto tempo da dedicarci per farla funzionare… vuole spendere poco e avere dei risultati un po’ grezzi ed 
  • stampante di casaMa lei chi è?
  • approssimativi?
  • No, no, non ho tanto tempo!
  • Perché se è così i prezzi vanno dalle poche centinaia a qualche migliaia di euro (2, 3 mila), stampano solo plastica.
  • Mi servirebbe anche per lavoro…
  • Allora appartiene alla famiglia dei professionisti: le serve una macchina più performante ma a questo punto deve venire qua, in via di Canneto 23/1, nel nostro ufficio, per farmi vedere cosa fa, cosa le serve perché le possibilità sono molteplici, le tecnologie varie e i materiali pure. In ogni caso sappia che le serve dello spazio per fare i trattamenti di post produzione.
  • Faccio qualche piccola produzione, 200, 300 pezzi, a volte un migliaio…
  • Allora lei appartiene alla famiglia della produzione additiva?
  • Non lo so. Ma si può fare tutto?
  • Sì, ma non tutto a senso farlo in stampa 3D. Quindi è importante capire a chi e dove queste tecnologie possono apportare valore
  • Ma è rivolta a tutti?
  • Sì, tutti coloro i quali utilizzano la prototipazione. La produzione personalizzata o le medie serie. La produzione di assemblati o geometrie complesse. Chi produce stampi. Quindi tecnicamente tutti i settori ma non a tutti.
  • Ho capito, quindi alla fine un oggetto largo 7 cm e mezzo e alto 14 cm quanto costa?